Home

Biografia

Presentazione del libro

Scrivi

PRESENTAZIONE LIBRO

EUROPA LA STRADA DELLA SCRITTURA
Collana di Narratori Contemporanei diretta da Vera Ambra

 

Sonja Radaelli
Una moglie imperfetta


Una moglie imperfetta è un romanzo di stampo a metà fra l’introspettivo, il sentimentale e il poliziesco, ambientato nell’immaginario borgo italiano di Bregulio.
La più classica – eppure forse la più efficace fra le poliziesche - delle trame è presentata ancora una volta al lettore quando due anziani sono trovati morti in una casetta in campagna e ad essere sospettata è proprio la moglie del medico legale incaricato dell’autopsia, odiata da tutti in paese per via del proprio modo di fare dissoluto e indisponente.
Gli elementi da racconto investigativo s’alternano a quelli di stampo maggiormente psicologico, e man mano i personaggi sono analizzati svelando i perché dei propri rispettivi comportamenti.

Sinossi
Nel piccolo borgo di Bregulio sono appena venuti a mancare due anziani fratelli, i Brovelli; rigattieri e poi antiquari ricchissimi. Tuttavia entrambi sono morti l’uno di fianco all’altro e quasi nel medesimo istante – questo a giudicare dall’autopsia.
La prima sospettata per il loro decesso è proprio la moglie del medico legale che s’è trovato ad effettuare il controllo medico di routine sui due cadaveri; difatti Teresa, estremamente malvista in paese, s’era da tempo offerta per qualche motivo di prendersi cura dei Brovelli pur non condividendo con i due anziani alcun legame di parentela o dovere morale, e ciò, unito alla risaputa dissolutezza e al conosciuto egoismo della donna, l’ha resa la prima sospettata di quella che certo non può esser stata una morte naturale.
Ad accusarla una lettera anonima pervenuta alla polizia che oltre degli omicidi l’accusa di aver sottratto ai vecchi infermi una grande quantità di denaro. L’intervento presso le autorità del Cavalier Tenconi, personaggio di spicco della piccola comunità, fa si che Teresa nonostante le accuse venga rilasciata sulla parola. E’ lo stesso Cavaliere che con il pretesto di una cena presso la sua villa, riunirà alcuni abitanti del piccolo borgo che a suo dire potrebbero essere coinvolti nel duplice omicidio.
In breve l’attenzione si sposta sugli invitati insinuando in loro il dubbio della colpevolezza dell’uno o dell’altro. Su Attilio medico di base e marito di Teresa coinvolto in una relazione adultera con la giovane Fiammetta, a Eugenio sindaco del paese e la scaltra consorte Matilde, a Enzo idraulico del paese unico erede dei fratelli Brovelli, alla ingenua Cinzia fotografa e amante dell’arte, a Luisella insegnante di chimica del liceo e Salvo maestro di musica dal quale tempo addietro ebbe un figlio in gran segreto, di cui vennero a conoscenza i fratelli Brovelli, a Loris vigile del paese che mal sopporta in paese il fratello Amos tossicodipendente dai trascorsi burrascosi che aveva accesso all’abitazione dei due vecchi e per finire i coniugi Della Piana che loro malgrado insospettabili cittadini si trovano coinvolti nella vicenda quando Anna Della Piana commercialista dei Brovelli viene in possesso di documenti compromettenti. Tutti hanno un muovente e nessuno di loro un alibi. Il caso sembra senza soluzione, nessuno dei sospettati confessa gli omicidi. Sul finir della serata approfittando del momento di smarrimento degli invitati il Cavalier Tenconi confida ad Attilio il motivo del suo interessamento al caso della morte dei Brovelli e il legame di parentela che lega il medico a lui e del quale nessuno sospetta. Attraverso una confessione sofferta ottiene da Attilio ora ufficialmente suo nipote, la tacita promessa di non svelare mai a nessuno se non dopo la sua morte la vera causa della dipartita dei due vecchi che solo lui ed ora Attilio conoscono, assicurandosi così un lasciapassare per la morte e la continuità del nome dei Tenconi da parte di Attilio. Epistole conclusive svelano il significato di tutta l’opera donando un reale epilogo al racconto oltre la parola “fine”.

Richiedi libro a libri@akkuaria.org

 

Edizione 2012 © Associazione Akkuaria 
www.akkuaria.org